Benefici della dieta a base vegetale su depressione e diabete: gli ultimi studi
05 marzo 2019

Dall'ultimo numero della rivista del PCRM (l'associazione statunitense dei Medici per una Medicina Responsabile) ci arrivano alcune notizie, tratte da recenti studi scientifici, sui benefici di un'alimentazione 100% vegetale.

Prevenzione della depressione

Una dieta sana basata su frutta, verdura, cereali integrali e legumi, che eviti i grassi trans e la carne lavorata, riduce il rischio di depressione. Questi i risultati di una metanalisi su 41 studi pubblicata sulla rivista Molecular Psychiatry.

Le diete infiammatorie, che includono alte quantità di carne lavorata e grassi trans (che si trovano nel cibo spazzatura) aumentano l'incidenza di depressione clinica.

Invece gli antiossidanti che si trovano nei cibi sani come verdure, frutta secca e frutta aiutano a regolare l'umore, tra gli altri effetti benefici. Secondo gli scienziati, questo avviene perché una dieta sana riduce le infiammazioni, lo stress ossidativo e l'insulino-resistenza, tutti fattori legati alla depressione.

Fonte: Lassale C, Batty GD, Baghdadli A, Jacka F, Sánchez-Villegas A, Kivimäki M, Akbaraly T. Healthy dietary indices and risk of depressive outcomes: a systematic review and meta-analysis of observational studies. Mol Psychiatry. 2018 Sep 26. doi: 10.1038/s41380-018-0237-8.

Qualità della vita nei pazienti diabetici

Una review pubblicata sul British Medical Journal "Open Diabetes Research and Care" nel 2018 ha concluso che una dieta a base vegetale migliora il benessere fisico e psicologico nei pazienti che soffrono di diabete di tipo 2.

I ricercatori hanno esaminato 11 casi di interventi sulla dieta dei pazienti e hanno scoperto che le diete vegetali hanno migliorato il benessere generale delle persone in modo più efficace rispetto alle diete proposte da varie associazioni che si occupano di diabete.

I partecipanti hanno riferito di provare meno dolore e hanno visto miglioramenti su peso, qualità della vita, depressione, colesterolo e livelli di emoglobina glicata. La dieta veniva maggiormente rispettata nel gruppo che seguiva quella a base vegetale rispetto agli altri gruppi, il che significa che essa risulta più accettata e quindi ha un potenziale maggiore come intervento clinico per il diabete di tipo 2.

Fonte: Toumpanakis A, Turnbull T, Alba-Barba I. Effectiveness of plant-based diets in promoting well-being in the management of type 2 diabetes: a systematic review. BMJ Open Diabetes Research and Care 2018;6:e000534. doi: 10.1136/bmjdrc-2018-000534

Hai trovato utile questo articolo?

  • Condividilo con gli altri:

  • Per ricevere un mail quando vengono pubblicati nuovi articoli, e ricevere materiali gratuiti in PDF, iscriviti al sito.

  • Scarica i materiali gratuiti su argomenti simili:

Indice del blog