Ricette con le erbe spontanee che piacciono ai bambini
24 aprile 2018

C'è un primo semplice semplice che mio figlio mi chiede sempre in primavera. Mi permette di fornirgi un piatto diverso dal solito ricco di sali minerali e vitamine grazie a una erba spontanea con buone proprietà, facile da reperire e con un sapore gradevole per un bambino: l'ortica.

L'ortica infatti è una buona fonte di calcio, ferro, potassio, vitamina C e acido folico. Ha proprietà depurative e antinfiammatorie. Va raccolta però in primavera, quando ci sono nuovi getti più teneri e più ricchi di proprietà. L'unica controindicazione è che se ne sconsiglia l'uso in gravidanza perché in dosi elevate può stimolare contrazioni uterine.

E' interessante sfatare un mito: l'ortica é da sempre nell'immaginario collettivo un'erba antipatica che produce pomfi e chi non la conosce potrebbe pensare che sia velenosa. Al contrario, è commestibile e utile in molte preparazioni. La sostanza orticante è presente solo sulle foglie e bastano lavaggio e cottura per eliminarla. Può sostituire gli spinaci in qualsiasi preparazione e una volta cotta è morbida come velluto.

Ecco la ricetta per una gustosa minestra, che può essere utilizzata anche per tutte le altre erbe spontanee di stagione.

Oltre alle ortiche, gli altri ingredienti sono:

  • per il soffritto: cipolla/scalogno a piacere
  • per il brodo vegetale: una carota, un gambo di sedano, una cipolla
  • riso o altro cereale: 60 g a testa
  • una patata piccola o mezza patata a persona
  • erba cipollina e altre erbe aromatiche a piacere
  • olio extra vergine di oliva

Per prima cosa bisogna fare una passeggiata in campagna e raccogliere ortiche prima della fioritura (dopo sono più dure e iniziano a pungere). Si può usare un paio di guantini se si teme di pungersi, anche se la pianta giovane difficilmente punge. Va raccolta tagliandola dal gambo.

È bello vedere come i bambini imparano a riconoscere velocemente un'erba spontanea. Questa abilità è innata, tutti noi impariamo rapidamente a farlo anche se siamo nati in città! Nella storia dell'uomo è sempre stato importante riconoscere le erbe per poter sopravvivere.

Una volta raccolta, staccate le foglie (io mi aiuto con una forbicina), che sono la parte edibile, e lasciatele un po' in acqua. Se le foglie sono piccole non c'è bisogno di sminuzzarle, perché sono molto tenere.

Per la minestra preparate un "finto soffritto" (vale a dire con una miscela di acqua e olio extra vergine d'oliva anziché solo con l'olio) con cipolla oppure scalogno e anche erba cipollina (che vi consiglio di raccogliere insieme all'ortica, la troverete negli stessi luoghi e nella stessa stagione).

Aggiungete l'ortica (2 manciate a persona o di più a seconda dei gusti, a me piace molto verde ad esempio) e successivamente il brodo vegetale. A questo punto unite il cereale in chicco e le patate tagliate a piccoli spicchi sottili (in modo che restino morbide senza rompersi). Aggiungete erbe aromatiche a piacere (io ci metto il timo).

Ultimate la cottura e servite con una spolverata di lievito in scaglie o germe di grano e un filo d'olio d'oliva a crudo.

Hai trovato utile questo articolo?

  • Condividilo con gli altri:

  • Per ricevere un mail quando vengono pubblicati nuovi articoli, e ricevere materiali gratuiti in PDF, iscriviti al sito.

Indice del blog